Incendio in una fabbrica di profumi a Baddi, quattro vittime e indagine in corso

Baddi, 3 febbraio – Quattro corpi sono stati recuperati oggi dagli scampi carbonizzati di un’unità di produzione di profumi, NR Aroma, a Jharmajri nella zona industriale di Barotiwala a Baddi, nell’Himachal Pradesh, dove venerdì è scoppiato un incendio di grandi proporzioni. Il bilancio delle vittime è salito a cinque poiché una donna è deceduta ieri a causa delle ferite riportate mentre veniva trasportata d’urgenza al PGI, Chandigarh.

La polizia di Baddi ha arrestato oggi il responsabile dello stabilimento, Chander Shekhar, dopo aver registrato un caso in base agli articoli del codice penale che riguardano la condotta negligente nei confronti del fuoco o di materia combustibile, l’atto che mette in pericolo la vita o la sicurezza personale di altri e l’omicidio colposo non qualificato come omicidio. Sono in corso sforzi per individuare il proprietario dell’unità.

Questa mattina la polizia e la National Disaster Response Force hanno avviato una ricerca per individuare i 13 lavoratori “scomparsi”. Ma cinque di loro si sono successivamente presentati alle autorità e hanno spiegato di aver lasciato la fabbrica e di essere tornati a casa dopo che questa ha preso fuoco. Dopo il recupero dei quattro corpi, si dice che quattro persone siano attualmente disperse. Secondo la polizia, all’interno della fabbrica c’erano 85 persone quando è divampato l’incendio, di cui 30 sono state ricoverate in vari ospedali.

Santosh Sharma, comandante della Home Guards di Solan, ha confermato che sono stati trovati i corpi di quattro donne lavoratrici. Tre di loro sono state identificate dai vestiti mentre il quarto corpo è stato carbonizzato oltre il riconoscimento, ha detto.

Il deputato di Doon e Segretario Parlamentare Capo Ram Kumar Choudhary ha affermato che le quattro donne sono morte per asfissia mentre si sono rifugiate in un bagno. Ha poi annunciato che sarebbe stata assunta un’agenzia per valutare la preparazione antincendio di tutte le unità.

Una commissione istruttoria sarà condotta dall’Aggiunto al Commissario Ajay Yadav, ha dichiarato il Commissario di Solan Manmohan Sharma. Il Direttore Generale della Polizia Sanjay Kundu, che ha visitato il luogo dell’incidente, ha costituito una speciale squadra investigativa per indagare sull’incidente. La squadra sarà composta dall’ASP Ashok Verma, dal DSP Khazana Ram e dall’Ispettore Sub-Inspector Sanjay Sharma, ha detto Kundu.

Sezione delle domande frequenti:

1. Qual è il luogo dell’incidente?
L’incidente è avvenuto presso l’unità di produzione di profumi NR Aroma a Jharmajri, nella zona industriale di Barotiwala a Baddi, nell’Himachal Pradesh.

2. Quanti corpi sono stati recuperati?
Finora sono stati recuperati quattro corpi carbonizzati.

3. Quanti sono i morti totali?
Il bilancio delle vittime è salito a cinque, inclusa una donna deceduta a causa delle ferite riportate.

4. Chi è stato arrestato?
Il responsabile dello stabilimento, Chander Shekhar, è stato arrestato dalla polizia di Baddi.

5. Quali sono le accuse nei confronti di Chander Shekhar?
Chander Shekhar è stato accusato di condotta negligente verso il fuoco o la materia combustibile, di mettere in pericolo la vita o la sicurezza personale di altri e di omicidio colposo non qualificato come omicidio.

6. Quali sforzi sono in corso per individuare il proprietario dell’unità?
Sono in corso sforzi per individuare il proprietario dell’unità.

7. Quanti sono i lavoratori ancora dispersi?
Attualmente quattro persone sono ancora disperse.

8. Quante persone erano presenti nella fabbrica al momento dell’incendio?
All’interno della fabbrica c’erano 85 persone quando è divampato l’incendio.

9. Quante persone sono state ricoverate negli ospedali?
Delle 85 persone presenti nella fabbrica, 30 sono state ricoverate in vari ospedali.

10. Cosa è successo alle donne lavoratrici?
Quattro donne lavoratrici sono state trovate morte, tre di loro sono state identificate dai vestiti mentre il quarto corpo è stato carbonizzato oltre il riconoscimento. Si ritiene che siano morte per asfissia mentre cercavano rifugio in un bagno.

Link correlati suggeriti:
timesofindia.indiatimes.com
ndtv.com