Il Fascino dei Profumi Repellenti: Una Nuova Prospettiva

La famosa attrice Jennifer Lawrence, nel ruolo di Rosalyn Rosenfeld nel film “American Hustle” di David O. Russell, pronuncia un breve monologo sull’attrazione di un profumo repellente. “C’è qualcosa… il rivestimento superiore… è come un profumo, ma c’è anche qualcosa di marcio? E so che sembra pazzo, ma non ne ho mai abbastanza. Annusalo, è vero!” dice, mostrando le sue unghie dipinte di rosso sangue a un conoscente durante l’ora dell’aperitivo. “Storicamente, i migliori profumi al mondo sono tutti impregnati di qualcosa di sgradevole e disgustoso.”

Nel 1986, lo psicologo Paul Rozin e i suoi due colleghi hanno concluso nel loro importante studio che un oggetto deve solo toccare per un attimo qualcosa che una persona trova disgustoso affinché si senta respinto. Lo studio ha scoperto che “le camicie lavate precedentemente indossate da una persona non amata erano meno desiderabili rispetto a quelle indossate da una persona amata o neutra”. L’aumento di popolarità delle fragranze fresche, pulite e acquatiche nei decenni successivi – un’estensione di millenni di cerimonie religiose che cercano la purificazione attraverso l’acqua – potrebbe indicare un desiderio di ciò che è pulito e puro.

È strano, quindi, che possiamo essere attratti da ingredienti che suscitano sensazioni di repulsione o disgusto. Il composto organico indolo, ad esempio, che emana un profumo più comunemente associato alla materia fecale umana, è considerato irresistibile da alcuni. Questo composto aromatico è presente nei fiori bianchi come il gelsomino. L’inclusione frequente del fiore nelle formulazioni di profumi che decorano le nostre vanità potrebbe essere un prodotto collaterale della memoria olfattiva. Infatti, dei cinque sensi, solo l’olfatto ha un collegamento diretto con il nostro sistema limbico – la parte del nostro cervello responsabile delle emozioni e della memoria – bypassando altre vie necessarie per la vista, il tatto, il gusto e l’udito.

“Le preferenze e le sensibilità, o le simpatie e le antipatie, sono spesso basate sulle esperienze che creano la memoria olfattiva”, afferma Erica Moore, una valutatrice di fragranze con sede a Sydney la cui esperienza si estende alla storia delle fragranze, alle tendenze, alla composizione e alle sostanze aromatiche. “Pertanto, un ricordo positivo legato a un certo odore, generalmente porta a una preferenza”. Per coloro che non hanno mai incontrato il gelsomino, il tuberosa o l’arancio in fiore, le fragranze cariche di indolo e le loro caratteristiche animali leggermente fecali potrebbero risultare repellenti. Al contrario, coloro che hanno associazioni emotive positive con certi fiori bianchi – forse cresciuti in una casa dove il gelsomino fiorisce in abbondanza ogni primavera – potrebbero trovarsi attratti in modo inspiegabile da essi.

La forza di questo fenomeno è evidente nell’elenco delle fragranze più popolari del 2022 e di quelle del secolo precedente. La ricerca condotta da HeyDiscount colloca la Maison Francis Kurkdjian Baccarat Rouge 540 Eau de Parfum, profumata di gelsomino, come la fragranza più popolare di quest’anno, con oltre 100 milioni di visualizzazioni di video legati alla fragranza su TikTok, circa sei milioni di ricerche su Google e oltre 200.000 post su Instagram. Il Chanel No.5 Parfum, uno dei profumi più riconoscibili al mondo, contiene 1.000 fiori di gelsomino in ogni flacone da 30 ml (si dice che un flacone di questa fragranza viene venduto ogni 30 secondi).

Altri ingredienti che dovrebbero offendere, ma che invece tentano, includono il muschio di origine animale, la civetta e l’ambra grigia. Si dice che Madame du Barry, l’ultima amante di Luigi XV, si fosse imbevuta di quest’ultima – una sostanza prodotta nel tratto digestivo delle balene e che di solito si trova nell’oceano o si deposita sulle spiagge – per renderla irresistibile al re di Francia. “L’ambroside è il composto presente naturalmente nell’ambra grigia, ed è responsabile delle proprietà odorose di questo insolito materiale per profumeria”, afferma Moore. “Oggi viene sintetizzato e il suo uso è diffuso nella profumeria”. Molecule 02, formulato dalla casa di profumi chimici Escentric Molecules, consiste esclusivamente dell’odore dell’ambroside che non sanitizza, ma rivela piuttosto la nostra bassezza.

“Potremmo supporre che queste note, che si verificano anche naturalmente nell’odore corporeo umano, abbiano un’apparenza primordiale”, afferma Moore. “Che abbiamo una risposta subconscia ad esse per scopi di riproduzione e sopravvivenza della specie”. Questa connessione tra profumi e desiderio carnale di sesso e cibo è rappresentata nell’atto finale di “Profumo: Storia di un Assassino”. Nel romanzo acclamato dalla critica di Patrick Suskind, il geniale ma abominevole anti-eroe Guillaume nasce senza un odore personale a indicare la sua umanità. Egli formula ‘l’odore dell’essere umano’: un profumo distillato dai corpi delle adolescenti uccise e, infine, lo stesso profumiere fuorilegge si immerge nella fragranza.

“Lanciarono l’assalto all’angelo, si scagliarono su di lui, lo gettarono a terra. Ognuno di loro voleva toccarlo, voleva averne una piccola parte, una piuma, un po’ di piumaggio, una scintilla di quel meraviglioso fuoco”, scrive Suskind, intrecciando carne e nudità con il cibo, che diventa materia fecale; un atto animalesco guidato dalla forza del profumo. “Gli strapparono via i vestiti, i capelli, la pelle dal corpo, lo spennizzarono, gli conficcarono artigli e denti nella carne, lo attaccarono come iene.”

L’articolo originale in lingua inglese è stato pubblicato su T Australia.traveller.com.au.

Domande frequenti:

1. Qual è l ruolo di Jennifer Lawrence nel film “American Hustle”?
Jennifer Lawrence interpreta il personaggio di Rosalyn Rosenfeld nel film “American Hustle” di David O. Russell.

2. Cosa dice Jennifer Lawrence nel film riguardo a un profumo repellente?
Nel film, Jennifer Lawrence pronuncia un breve monologo in cui fa riferimento a un profumo repellente, affermando che ciò che lo rende attraente è il fatto che contiene qualcosa di marcio.

3. Cosa ha scoperto lo studio condotto dallo psicologo Paul Rozin nel 1986?
Lo studio ha scoperto che un oggetto deve solo toccare per un attimo qualcosa che una persona trova disgustoso affinché si senta respinto.

4. Qual è il collegamento tra le fragranze fresche e pulite e la ricerca della purificazione?
Il collegamento è che le fragranze fresche, pulite e acquatiche potrebbero indicare un desiderio di ciò che è pulito e puro, che è un’aspirazione comune nelle cerimonie religiose.

5. Qual è il composto organico indolo e in quale tipo di fiori si trova?
L’indolo è un composto organico presente nei fiori bianchi come il gelsomino.

6. Qual è il collegamento tra l’olfatto e le emozioni/memorie?
L’olfatto ha un collegamento diretto con il sistema limbico del cervello, responsabile delle emozioni e della memoria.

7. Qual è la fragranza più popolare del 2022 secondo la ricerca di HeyDiscount?
La fragranza più popolare del 2022, secondo la ricerca di HeyDiscount, è la Maison Francis Kurkdjian Baccarat Rouge 540 Eau de Parfum, che contiene gelsomino.

8. Quali sono alcuni ingredienti che potrebbero essere considerati repellenti ma che attirano comunque?
Alcuni ingredienti che potrebbero essere considerati repellenti ma che attirano comunque includono il muschio di origine animale, la civetta e l’ambra grigia.

9. Qual è l’ambroside e cosa provoca nell’olfatto?
L’ambroside è un composto presente nell’ambra grigia ed è responsabile delle proprietà odorose di questo materiale. Può provocare una sensazione di basso livello agli odori.

10. Qual è la connessione tra profumi e desiderio carnale?
Si suppone che ci possa essere una connessione tra profumi e desiderio carnale, poiché certe note odorose possono avere una connessione primordiale con l’attrazione sessuale e la sopravvivenza della specie.

Termini chiave:

– Profumo repellente: un profumo che contiene ingredienti o note odorose che solitamente sono considerati sgradevoli o disgustosi.

– Indolo: un composto organico che emana un odore comunemente associato alla materia fecale umana, presente in alcuni fiori bianchi come il gelsomino.

– Olfatto: il senso dell’odore.

– Sistema limbico: una parte del cervello responsabile delle emozioni e della memoria.

– Fragranza: una miscela di essenze aromatiche utilizzate per profumare.

– Maison: un termine francese che significa “casa” e spesso viene utilizzato per identificare una casa di moda o una casa di profumeria.

Link consigliati:

I profumi più venduti nella storia

I profumi più venduti di tutti i tempi